Confindustria Vicenza
  • Attività\Eventi
Home>>Attività\Eventi>>“Il coraggio di… guardare avanti e agire”, il messaggio dell’Assemblea dei Giovani Imprenditori
“Il coraggio di… guardare avanti e agire”, il messaggio dell’Assemblea dei Giovani Imprenditori



È stato coraggioso scegliere “Il coraggio di...” come titolo e tema dell'assemblea annuale del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Vicenza che si è svolta, con il sostegno di Cassa di Risparmio del Veneto, presso l'Agridome di Agco spa a Breganze. In un periodo come quello attuale che ha visto anche il susseguirsi di eventi drammatici come quelli di Parigi – alle cui vittime l'assemblea ha tributato un minuto di silenzio - c'è bisogno più che mai di andare avanti, con caparbietà e intensità, con la forza di guardare in faccia i problemi con il coraggio, appunto, di sapersi reinventare.

I saluti iniziali sono stati del presidente di Confindustria Vicenza Giuseppe Zigliotto che ha parlato del coraggio di scommettere, ogni giorno, sulla propria azienda e l'orgoglio di far parte di un'imprenditoria così florida come quella vicentina.
Sul tema dell'assemblea, moderata dalla giornalista Alessandra Viero, si sono quindi confrontati i relatori, a partire dal presidente del dei Giovani Imprenditori di Vicenza Andrea Stella: “Le sfide di oggi sono complicate e difficili – ha detto -. Il coraggio è capire che la paura non deve paralizzare ma dev'essere la molla che aiuta a reagire”. Stella ha poi presentato il lavoro svolto dal Gruppo in questi primi 15 mesi di presidenza assieme ai consiglieri Davide Baù, Lara Bisin, Giorgia Bravo, Eugenio Calearo Ciman, Alberto Pranovi, Alberto Rasotto, Tayla Tagliaferro e Cristian Zoppini.

“Il coraggio di… guardare avanti e agire”, il messaggio dell’Assemblea dei Giovani Imprenditorihttp://www.industriavicentina.it/idv.nsf/Codici/3757

Posted by Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Vicenza on Giovedì 19 novembre 2015


Quindi è stata la volta delle storie di coraggio raccontate dai protagonisti. C'è il coraggio di superare un trauma che può cambiare la vita radicalmente, come ha raccontato Giusy Versace, che, dopo l'incidente che l'ha privata delle gambe, ha saputo cogliere la seconda occasione che le era stata concessa e, tra le difficoltà di dover ricominciare, è diventata atleta paralimpica, conduttrice della Domenica Sportiva e trionfatrice di Ballando con le stelle.

C'è il coraggio di Valentina Pontremoli, che a soli 24 anni è diventata sindaco di Bardi puntando su un gruppo di giovanissimi fuori dai partiti ma tutti coinvolti nella vita del territorio.
C'è il coraggio del padre di Valentina, Andrea Pontremoli, assurto ai vertici di un colosso come IBM, ha capito di dover ricominciare e si è messo in gioco a come imprenditore Dallara Automobili: “La differenza tra essere manager e imprenditore – ha spiegato -, è che in questo secondo caso la tua azienda è come un figlio, non si tratta solo di avere degli obiettivi e raggiungerli”.

C'è il coraggio di Nicolò Beretta, diciannovenne che ha scommesso su se stesso e ha lanciato Giannico, brand che ha lanciato collezioni di scarpe d'alta moda indossate da star del calibro di Kate Moss e Lady Gaga.

Sono inoltre intervenuti Carlo Moretti, vice direttore generale di Cassa di Risparmio del Veneto, che ha ricordato gli strumenti con cui l'istituto supporta il coraggio di creare nuove opportunità d'impresa e il presidente e AD di Agco spa Francesco Quaranta che ha raccontato le scelte di coraggio degli ultimi anni dell'azienda.

Sul palco anche i vertici del Movimento dei Giovani di Confindustria prima, in maniera “virtuale” con un video-messaggio del presidente regionale Giordano Riello, attualmente in missione imprenditoriale in India, e quindi con il presidente nazionale Marco Gay: “Il coraggio è essere giovani oggi e come Movimento di Confindustria dobbiamo essere orgogliosi e degni di rappresentare gli imprenditori giovani che vogliono restare legati al territorio”.